Alessandro Primi Ricette

Venere allo speck, mele e gamberetti

Non crediate di cavarvela con un risottino improvvisato. Per gustare questa delizia dovrete prendervi un’oretta, ma il risultato è assicurato!

[infopane color=”grey” icon=”food”]Ingredienti per 2 persone:
150 g di fiammiferi di speck
200 g di riso venere
1 mela golden
100 g di gamberetti puliti
1 cucchiaio di olio E.V.O.
due cucchiai di Brandy
brodo vegetale q.b.[/infopane]

Preparazione:
Premetto che di riso venere ne esistono diverse varietà, quello usato qui è della Camargue, ha tempi di cottura lunghissimi, purtroppo non mi è possibile generalizzare e dovrete affidarvi alla vostra sensibilità e assaggiare spesso per definire i tempi di cottura.

Far bollire il riso venere in acqua non salata per 30 minuti.

Nel frattempo, in una padella, far soffriggere lo speck, sfumandolo con qualche spruzzata di vino bianco.

Dopo aver scolato il riso, farlo rosolare nella padella con lo speck per un paio di minuti, dopodiché aggiungere un mestolo di brodo vegetale ed iniziare la cottura a fuoco lento con il metodo “classico”.

Mentre il risotto cuoce, far scaldare un cucchiaio d’olio in una padella piccola e cuocere i gamberetti, facendoli sfumare con un po’ di Brandy alla fine dei 5 minuti di cottura. Metterli da parte.

Sbucciare la mela e tagliarla a cubetti, lasciandone qualche fettina intera per guarnire. Se manca tanto alla cottura, la chiudiamo nella pellicola e la mettiamo in frigo.

Quando finalmente il riso sarà cotto, ma al dente, spegnere il fuoco ed aggiungere le mele e i gamberetti, anche se io ho preferito metterli “a crudo” nel piatto.

Perchè non dare un'occhiata ad altro?

Nessun commento

Lascia un commento