Antipasti Rabba Ricette Secondi Sfizi

Tartare di spada sicula

Partiamo col dire che le tartare, in qualunque modo le fai, sono un piatto che stupisce sempre. Questa versione è sfiziosa perchè, a parte il richiamo con i sapori della Sicilia, ha una meravigliosa puccia, dove ovviamente fare una bella scarpetta con dell’ottimo pane freschissimo ancora caldo.

[infopane color=”grey” icon=”food”]Ingredienti per 4 persone:
1 bella fetta di pesce spada alta 1cm di circa 300 g
2 pomodori grandi
1 limone e 1 lime (scorza e succo)
1 cucchiaio di capperi dissalati
2 spicchi d’aglio
abbondanti erbe aromatiche (basilico, prezzemolo, menta)
olio
sale e pepe[/infopane]

Preparazione:
Cominciate con il creare un emulsione con il succo del limone, del lime e olio. In  un mixer mettete le erbe (lavate e asciugate), l’aglio spellato e i capperi dissalati e passate fino ad ottenere una salsina liscia e densa. Fatevi aiutare da un filo d’olio se il mixer non riesce a frullare.

Ora prendete il pesce, asciugatelo bene con un canovaccio, tagliatelo a dadini (a me piace tagliarlo a dadini molto piccoli), mettetelo in una insalatiera, aggiungete la salsa alle erbe, l’emulsione di limoni e olio e mescolate bene.

Ora lavate i pomodori, puliteli dai semi e tagliateli anche loro a dadini piccoli e aggiungeteli alla tartare. E per ultimo unite la scorza di limone, salate e pepate. Mettete l’insalatiera in frigo coperta da una pellicola trasparente e lasciatela almeno 4 ore.

Togliete la tartare dal frigo almeno mezz’ora prima di servire, scolate la tartare (dovete far uscire il più possibile la marinatura) e aiutandovi con un coppapasta (io ne ho usato uno quadrato) create il vostro piatto.

Per ultimo mettete il succo di marinatura ai lati della tartare (la famosa puccia).

Perchè non dare un'occhiata ad altro?

Nessun commento

Lascia un commento