spirito santo

Chiaccherando di ristoranti EATWITHLORENZO Lorenzo Salotto Gastronomico

Osteria Santo Spirito

Firenze è una città meravigliosa, page ricca di opere d’arte e di giardini, ask il clima è mite e le persone che la abitano sono gioviali ed accoglienti. Firenze è anche la città della Bistecca alla Fiorentina ed io, in vacanza con la mia ragazza in questa città non potevo non provarla. L’Osteria Santo Spirito mi è stata consigliata da un amico, uno di quelli di cui ti puoi fidare, e quindi non esito nemmeno un momento e prenoto per cena. Per andare al ristorante attraverso un ponte sull’Arno ammirando in lontananza Ponte Vecchio illuminato dai lampioni e dalla luce della luna che si riflette sul fiume, percorro qualche via finché non mi ritrovo, un po’ per caso, in Piazza Santo Spirito, un posto davvero carino, pieno di ragazzi e di localetti dove mangiare un po’ di tutto ma io sono qui per la Bistecca alla Fiorentina! Arrivato all’Osteria Santo Spirito noto subito che è piena di clienti, sia stranieri che del posto, i camerieri vanno alla velocità della luce e ci sono molti tavoli per poter mangiare fuori. Io e la mia ragazza ci accomodiamo e la cameriera ci porta subito i menù ed un cesto di pane con paté di olive che finiamo in un attimo, ottimo inizio direi.

Mi guardo intorno e mi rendo conto che le porzioni in questo ristorante sono davvero enormi ed infatti nel menù leggo che è possibile ordinare una porzione ridotta per ogni cosa (inutile dire che quella voce non mi interessa minimamente), alcuni piatti sono leggermente scheggiati, cosa che mi piace perché mi trasmette la semplicità che cercavo in un’osteria Toscana, i camerieri sono giovani e sembrano davvero molto simpatici e disponibili. Ogni volta che visito una città o un paese diverso cerco di cogliere l’occasione per mangiare cose tipiche del luogo cucinate come solo chi è del posto sa fare. Per antipasto scelgo le bruschette con i fegatini, il sapore è travolgente, forte al punto giusto e capace di legarti alla tradizione della cucina toscana con estrema semplicità, la portata principale è chiaramente la tanto attesa bistecca alla Fiorentina, la cameriera mi avvisa che la carne che sta per portarmi è un bestione da 1.2 Kg ma fortunatamente c’è la mia ragazza ad aiutarmi, quindi non mi scoraggio e ordino delle patate al forno come contorno. La bistecca è davvero gigante ,alta tre dita, con la tipica forma a T e al sangue come comanda la tradizione, ogni boccone mi fa innamorare di più della Toscana, la carne è succulenta e la parte del filetto sembra sciogliersi in bocca, Giorgia (la mia fidanzata) molla quasi subito ma non c’è problema, è troppo buona e la finisco, arrancando un po’ sul finale. Sfiniti dalla bistecca come dolce ci concediamo dei cantucci con vin santo, tanto per assaggiare un po’ tutto. Finita la cena una bella passeggiata è d’obbligo per smaltire il tutto.

La sera seguente, l’ultima per noi a Firenze, è ovvio, ci torniamo!!! Per cominciare questa seconda mangiata prendo la pappa al pomodoro, altro piatto tipico Toscano che ero curioso di assaggiare: semplice e buona come me l’aspettavo. Io e Giorgia scegliamo di provare due primi, io prendo delle mezze maniche al pomodoro con ricotta salata e lei mezza porzione di ravioli al sugo di noci, la mia pasta è davvero tanta ed è anche buonissima ma forse ho scelto male il primo perché i ravioli sono superlativi, tra i più buoni che abbia mai mangiato !! Sono partito verso Firenze con grandissime aspettative per quanto riguarda il cibo e l’Osteria Santo Spirito non mi ha deluso, ci tornerò, questo è sicuro!!!

Sito web: www.osteriasantospirito.it