Kate SCUOLADICUCINA

Lezione n° 1 – Soffritto di cipolla

Il soffritto di cipolla è quello che definirei la base principale per la preparazione di innumerevoli piatti che spaziano dalla carne, al pesce, alle verdure, ai risotti, ai sughi e chi più ne ha più ne metta. Spesso nelle nostre ricette ne sentite parlare e quindi oggi insegnerò ai meno esperti, i passaggi principali per tritare la cipolla e preparare un buon soffritto. Seguitemi, non è poi così difficile!

[infopane color=”grey” icon=”food”]Ingredienti:
cipolla
olio Evo[/infopane]

Preparazione:
Prendete una cipolla, togliete la buccia, tagliatela a metà e appoggiatela dalla parte piatta sul tagliere. Ora con il coltello tagliate a fette sottili la cipolla partendo poco dopo la base (Fig. 1). Successivamente tagliate dalla parte della larghezza del bulbo dove otterrete la cipolla tritata (Fig. 2). Se volete soffritto come si deve, ovvero con un taglio molto piccolo, dovete tritare  ancora con il coltello usando entrambe le mani come se fosse una mezza luna (Fig. 3).

Mettete l’olio d’oliva nella padella e fatelo scaldare a fuoco alto, dopo di che aggiungete la cipolla. Mi raccomando non esagerate con l’olio, si può sempre aggiungere un po’ d’acqua durante la cottura oppure un il brodo se ce l’avete a disposizione. Tenete il fuoco alto finchè non sfrigola la cipolla dopo di che  abbassate il fuoco fino a quando la cipolla non sarà dorata. Ora vostro soffritto è pronto per accogliere una salsa di pomodoro se sarà un sugo, il riso se sarà un risotto ecc.

Perchè non dare un'occhiata ad altro?

1 Commento

  • Rispondi
    Fulvioz
    13 dicembre 2014 at 19:28

    Ciao, scusa la precisazione ma l’olio di oliva và usato solo freddo.
    Oltre i 120 °C infatti non c’è soltanto la trasformazione dell’olio in acroleina, sostanza dannosa per il fegato, ma anche la formazione del noto veleno alimentare chiamato acrilamide.

    Maggiori info: http://valdovaccaro.blogspot.it/#uds-search-results

  • Lascia un commento