Kate Primi Ricette

Paccheri cacio e pepe

Ci sono piatti nella cucina italiana tanto semplici e veloci quanto difficoltosi in alcuni passaggi della preparazione. Sto parlando della pasta cacio e pepe, piatto tipico della cucina romana. Questo piatto riscuote notevole successo tra le persone e alcuni conoscenti mi hanno chiesto come superare lo scoglio di rendere il percorino una crema morbida e succulenta e non un agglomerato di formaggio duro e gommoso. L’errore tipico che ammetto è capitato anche a me la prima volta, è quello di cercare di sciogliere il pecorino in una padella ed invece…continuate a leggere.

[infopane color=”grey” icon=”food”]Ingredienti per 4 persone:
400 g di paccheri
300 g di pecorino
pepe[/infopane]

Preparazione:
Innanzitutto per questa ricetta ho scelto i paccheri di Gragnano, fatti di pasta di semola di grano duro e trafilata in bronzo. Questa pasta devo dire che fa la differenza, oltre al fatto che non scuoce praticamente mai e quindi rimane sempre al dente. Cominciate con far bollire l’acqua per la cottura della pasta. Nel frattempo grattugiate il pecorino romano in una ciotola ed aggiungete la quantità di pepe che più vi aggrada. Versate i paccheri nell’acqua bollente precedentemente salata e aspettate di ultimare la cottura, questa tipologia di paccheri impiega quasi 15 minuti. Prima di scolare la pasta prendete un po’ di acqua di cottura dei paccheri con un cucchiaio, mi raccomando la quantità deve essere minima. Versate la quantità d’acqua necessaria nella ciotola con il formaggio e mescolate fino ad ottenere una crema. Scolate la pasta tenendo un po’ di acqua di cottura e versatela nel cacio e pepe. Ecco a voi un cacio e pepe con i fiocchi dove stupirete tutti. Buon Appetito!

Perchè non dare un'occhiata ad altro?

Nessun commento

Lascia un commento