Alessandro Ricette Secondi

Flan di topinambur in bagna cauda

Due tradizioni del basso piemonte unite in un antipasto dai forti contrasti per il vostro pranzo natalizio.

[infopane color=”grey” icon=”food”]Ingredienti:
300 g di topinambur
2 mestoli di brodo vegetale
2 uova
80g di parmigiano grattugiato
100 g di panna
2 cucchiai d’olio evo
succo di mezzo limone
sale q.b.
pepe q.b.

Ingredienti per la Bagna Cauda:
150 g di olio evo
80 ml di panna
2 spicchi d’aglio
100 g di acciughe sott’olio sgocciolate
50 g di burro
1 bicchiere di latte[/infopane]

Preparazione:
Iniziate pulendo i topinambur. Eliminatene la buccia, tagliateli a tocchetti e immergeteli in acqua fredda con mezzo limone spremuto.
Scaldate due cucchiai d’olio evo in una padella dai bordi bassi e aggiungete i topinambur scolati e sciacquati.
Aggiungete in padella due mestoli di brodo e lasciare cuocere a fuoco lento per una ventina di minuti finché non si saranno ammorbiditi.

In una ciotola capiente amalgamate le uova, la panna e il grana grattugiato, aggiustando di sale e pepe.

Quando i topinambur saranno pronti riduceteli a purea con il frullatore e uniteli al composto appena preparato.
Mescolate per qualche minuto, dopodiché riempite gli stampini e informateli a bagno maria a 180 gradi per una mezz’oretta abbondante.Ora passiamo alla Bagna Cauda: se avete tempo sufficiente lasciate due spicchi d’aglio in un bicchiere di latte per almeno tre ore.
Scaldate l’olio in un padellino alto.
Aggiungete l’aglio precedentemente strizzato dal latte e schiacciato a purea con i rebbi di una forchetta. In alternativa aggiungete due spicchi d’aglio interi che successivamente toglierete dalla bagna cauda.
Aggiungete le acciughe, la panna, il burro e lasciate cuocere a fuoco lento finché le acciughe non si saranno completamente sciolte, aiutandole mescolando energicamente con una forchetta.
Sfornate i flan solo quando in superficie non saranno dorati, se necessario toglieteli dal bagno maria qualche minuto lasciandoli cuocere in forno.
Poggiate i flan su un piatto da portata e innaffiate con abbondante Bagna Cauda.
Vi consiglio di abbinare questo piatto con un buon Barbera, che sicuramente si sposerà con il resto degli antipasti piemontesi sulla vostra tavola.
Buon appetito!

Perchè non dare un'occhiata ad altro?

Nessun commento

Lascia un commento