BLOG Francesca Racconti di prodotti Salotto Gastronomico

Chi detiene il copyright della parmigiana?

E’ una delle ricette italiane più conosciute a livello internazionale: fa impazzire più in primis gli USA, information pills il Canada e l’Australia. Stiamo parlando della mitica “parmigiana di melanzane”, conosciuta anche come “melanzane alla parmigiana” o “melanzane in parmigiana”. Se qualcuno di voi crede sia un piatto di Parma, sia per il nome, sia per la somiglianza con le cugine lasagne emiliane, si sbaglia.

La Parmigiana di Melanzane è un piatto molto presente nella tradizione campana, calabrese e siciliana e, come spesso accade nella cucina italiana, più di una regione è convinta di esserne la vera madre.

Resta il fatto che la prima comparsa della ricetta delle “molignane a la parmisciana” risale al libro “Cucina teorico-pratica” del Cavalcanti, duca di Buonvicino, pubblicato a Napoli nel 1837, periodo nel quale si colloca anche la nascita del piatto stesso. Proprio perché la prima traccia è legata ad un napoletano, si diffuse la credenza che anche l’origine del piatto lo fosse.

Invece no. Il piatto sembra a tutti gli effetti essere originario della Sicilia: prima di tutto, in questa terra è possibile trovare le cosiddette “petroniane” ovvero le tipiche melanzane utilizzate proprio per la parmigiana. In secondo luogo, anche le origini del nome potrebbero lasciar trapelare la natura siciliana derivando dalla parola “parmiciana”, termine con il quale in Sicilia si indicano le listarelle di legno che compongono le persiane (nonostante qualcuno dica che il nome della ricetta sia semplicemente ispirato al Formaggio grattugiato che si utilizza).

E, adesso, perché non assaggiarle? Ecco la ricetta della tradizione siciliana.

[infopane color=”grey” icon=”food”]Ingredienti:
8 – 10 melanzane (quelle grosse e allungate)
2 cipolle dorate
1 kg di pomodori rossi ben maturi oppure di pelati
120 g di pecorino grattugiato
250 g di caciocavallo (a fettine)
1 mazzetto di basilico fresco
olio extravergine di oliva
olio di semi di arachide
sale grosso e sale fino[/infopane]

Preparazione:
Prima di tutto, tagliate le melanzane nel senso della lunghezza a fettine di circa mezzo centimetro e disponetele in uno scolapasta facendo più strati e cospargendo ogni strato con sale grosso. A questo punto coprite con una panno pulito con un panno pulito e lasciatele riposare per mezzoretta. Trascorso questo tempo sciacquatele bene sotto acqua corrente e asciugatele. Infine friggete le melanzane nell’olio di semi.

Intanto iniziate a preparare la salsa al pomodoro: rosolate le cipolle tritate e aggiungete i pomodori fatti a cubetti e il basilico. Aggiustate di sale e lasciate cuocere con il coperchio a fiamma bassa per circa un quarto d’ora, mescolando spesso.

Dopodiché, su una pirofila versate qualche cucchiaio di salsa e iniziate a disporvi le fette di melanzana. Condite ogni strato con pecorino grattugiato, caciocavallo e basilico. Proseguite così finché avete ingredienti e concludete l’ultimo strato con salsa di pomodoro e pecorino abbondante.

Infornate nel forno già caldo a 200° per una ventina di minuti poi lasciate intiepidire e gustate!

Ps: qualcuno di voi è interessato a sperimentare la ricetta napoletana o calabrese? Oppure una versione più light per non eccedere con i peccati di gola? Fateci sapere e vi accontenteremo.

Perchè non dare un'occhiata ad altro?

Nessun commento

Lascia un commento