Rabba Ricette Secondi

Arista fredda alla Toscana

Sabato sono stato a pranzo da La Gaia Cucina per conoscerci e parlare un po’ della nostra passione per il cibo! 

Ovviamente non potevo andare a mani vuote visto che era uno scambio di conoscenze soprattutto culinarie! E quindi ho portato questa arista fredda che ho trovato sul sito della scuola di cucina che ho fatto “Alto Palato”. Il successo è assicurato!

[infopane color=”grey” icon=”food”]Ingredienti per 4-6 persone:
800 g di arista di maiale disossata
4 cucchiai di olio d’oliva extravergine
1 spicchio d’aglio
2 foglie di salvia
1 rametto di rosmarino
1 cucchiaino di semi di finocchio
1 mestolo di brodo
sale e pepe

Per la vinaigrette alle erbe:
1 dl di olio dxoliva extravergine
2 cucchiai di aceto di vino bianco
1 mazzetto di erbe aromatiche (prezzemolo, basilico, erba cipollina, dragoncello)
sale e pepe[/infopane]

Preparazione:
Sbucciate l’aglio, lavate la salvia e il rosmarino, tritateli con l’aglio e i semi di finocchio, metteteli in una ciotola, aggiungete un pizzico di sale e pepe e mescolarli bene.

Praticate alcuni fori nella carne, con la punta di un coltello inseritevi un poco del trito, quindi avvoltolate la carne nel composto rimasto e premetelo bene per fatelo aderire.

In un tegame, scaldate l’olio, rosolate la carne a fuoco vivace, facendola dorare da tutte le parti, aggiungete il brodo, ponete in forno a temperatura moderata (170 gradi circa) e fate cuocere per 40-50 minuti circa, irrorando spesso con il fondo di cottura; quindi fate raffreddare completamente.

Preparate la vinaigrette: mettete in una ciotolina un pizzico di sale e pepe, aggiungete l’aceto e mescolate fino a sciogliere il sale; unite l’olio e battete gli ingredienti con una forchetta fino a ottenere una salsa ben emulsionata. Al momento di utilizzarla, unire le erbe aromatiche tritate.

Tagliate la carne a fette sottili, spennellate ogni fettina con la vinaigrette alle erbe e servitela fredda accompagnandola a piacere con insalatina fresca di stagione.

Perchè non dare un'occhiata ad altro?

Nessun commento

Lascia un commento